Pagine

Translate

giovedì 29 giugno 2017

Biblioburro: Nel lontano regno di Mongolfiera



Prendete venti parole, mescolatele ed otterrete otto storie diverse. Inizia così questo libro, con le istruzioni per luso ed un elenco di venti parole: astronauta, bacchetta magica, bambino, cane, castello, chiave inglese, cinghiale, fagioli, ippopotamo, lavatrice, luna, mongolfiera, pera, pipistrello, pompieri, principessa, rane, re, tablet, trottola. Parole diverse tra loro per significato, categoria e, perché no, anche per utilizzo; e forse la cosa bella è proprio questa, che unendo parole che apparentemente non hanno niente in comune possano nascere frasi o racconti divertenti come le otto storie che compongono questo libro. Come quella di un cane che nascose la sua mongolfiera in una lavatrice o quella di un bambino nervoso e di un astronauta che inseguivano due fagioli gemelli ed una lavatrice arrabbiata; oppure quella della dottoressa mongolfiera e quella di un pipistrello che mangiò tre fagioli; e ancora...
Che bello poter giocare con le parole ed inventare storie pazze e strampalate, lo diceva anche Gianni Rodari. Giuseppe Caliceti, maestro elementare e scrittore, e Andrea Rivola, illustratore, si sono divertiti a fare proprio questo, così come potrebbe fare un bambino di sette - otto anni dopo aver imparato a scrivere, magari con laiuto di un insegnante o di un adulto. Giocare liberamente con il linguaggio, senza regole e senza vincoli tranne quello di dover utilizzare tutte le parole per ogni nuova storia, permette al lettore di liberare la fantasia e la creatività e diventare parte attiva della storia. Un libro che è anche un gioco senza fine che si può giocare con i più piccini, che si divertiranno ad ascoltare storie surreali e a guardare illustrazioni colorate e divertenti, dal ritmo azzeccato.

Nel lontano regno di Mongolfiera
Giuseppe Caliceti, Andrea Rivola
Sinnos
2017
da 6 anni

Nessun commento:

Posta un commento