Pagine

Translate

venerdì 20 ottobre 2017

Biblioburro: Il volo di Osvaldo



Vive nel sottotetto di un palazzo in compagnia di un uccellino ma non per questo Osvaldo si sente solo; la sua vita trascorre anzi serena e tranquilla, tra il lavoro e i canti di Pio-Pio. Una mattina, però, l'amico smette di cantare e Osvaldo si preoccupa terribilmente; dopo alcuni tentativi falliti, acquista una piantina speciale che, crescendo a dismisura in poco tempo, rovescia la gabbia dell'uccellino, che riesce così a scappare e... 




Non sveleremo il finale della storia, ma ci sono alcune cose che possiamo ancora anticipare. Il libro ha un formato molto grande ed utilizza solo due colori, il verde ed il rosso, e nel mezzo due grandi pagine tutte verdi si aprono ad accogliere il lettore, a cui sembrerà di compiere lo stesso viaggio di Osvaldo alla ricerca del suo amico. Il colore rosso appartiene anche ad un altro personaggio che compare nella storia, in modo discreto, e che aiuterà l'omino a scoprire che la felicità, a volte, si nasconde proprio dietro l'angolo!  

Il volo di Osvaldo
Thomas Baas
Traduzione Tommaso Gurrieri
Edizioni Clichy
2017
da 5 anni

giovedì 19 ottobre 2017

Biblioburro: Il naso che non sbagliava mai



"Milo ama la sua padrona. Una bambina che si chiama Molly Brown.
Ma il naso di Milo ama soprattutto il cibo...lo porta in giro per tutta la città.
Perché il naso di Milo è un naso che non sbaglia mai, sa sempre quando qualcosa di buono è vicino. Quando fiuta un odore, il naso mostra subito al povero Milo dove andare!"









Povero Milo davvero! A volte il suo naso lo trascina in avventure inaspettate e lui non può farci niente. Non esita a tuffarsi in un laghetto per rintracciare un panino, arriva a scalare un palazzo per raggiungere il profumo di formaggio e patatine e non ha paura di aggrapparsi ad un elicottero che sta decollando per una fetta di pizza.
Ma le pazzie si fanno anche per cose genuine come delle buonissime mele e allora senza rendersene conto Milo sbarca addirittura sulla luna!



Ma l'avventura non finisce qui....cosa avrà sentito il naso di Milo? Qualcosa di davvero, davvero irresistibile....



E il vostro naso dove vi porta?

Il naso che non sbagliava mai
Malachy Doyle, Barroux
traduzione Francesca Ciuffi
edizioni Clichy
2017
da 4 anni

mercoledì 18 ottobre 2017

Biblioburro: Grande&Buffo


L'orsa Grande si sveglia che è ancora inverno ed incontra Buffo il coniglio e i due tra discussioni, provviste rubate e palline di cacca, diventeranno molto amici.
Nel secondo episodio nel bosco è arrivata la primavera, insieme ad un picchio che infastidisce molto Buffo; il coniglio, di carattere piuttosto scontroso, detesta infatti i rumori forti.




Una nuova serie che ha per protagonisti gli animali del bosco: formato classico ed illustrazioni colorate e divertenti per lettori autonomi, che si presta ad una lettura a voce alta anche ai più piccini.

Grande&Buffo. Il consiglio del coniglio
Julian Gough & Jim Field
Traduzione Benedetta Gallo
Gallucci
2017
da 6 anni

Grande&Buffo. Malumore da rumore
Julian Gough & Jim Field
Traduzione Benedetta Gallo
Gallucci
2017
da 6 anni

martedì 17 ottobre 2017

Biblioburro: Mia mamma guida una balena

"Mia mamma è alta normale, ma quando va a lavorare è molto più alta. Si mette un vestito speciale, fatto apposta per le persone che fanno un lavoro importante. Forse è per questo che mi sembra alta un chilometro. 
Mi piace soprattutto il suo cappello con lo stemma d'oro, quello che ogni tanto indosso con il mio mantello da supereroe. Mia mamma è coraggiosa e non ha paura del buio."







"Che lavoro fa la tua mamma?" a tutti da bambini è stata fatta questa domanda (e noi l'abbiamo fatta ad altri). E poco importava il tipo di lavoro, la risposta veniva data sempre con orgoglio. E ancora oggi è così (per fortuna alcune certezze rimangono anche con il passare degli anni!), i bambini parlano del lavoro dei loro genitori con una certa fierezza. Leggendo questo albo mi sono ritrovata molto nel protagonista (anche se mia mamma non guidava le balene), nella curiosità di saperne di più sul mondo dei grandi.


La curiosità è così tanta che riesce ad avere la meglio anche sul sonno e il latte caldo, così il piccolo protagonista convince il papà ad andare a trovare la mamma al lavoro. Che sorpresa quando, una volta saliti sulla balena, ci trovano altre persone. La mamma-autista gli racconta che ognuna di loro ha una propria storia, qualcuno prende abitualmente l'autobus mentre per alcune è la prima volta; c'è chi torna dal lavoro, chi accompagna la fidanzata a casa, chi semplicemente sta facendo un giro, magari pensando a qualcosa di importante. 


Il viaggio è molto lungo, le fermate sono tante e quando arriva l'ora di scendere il bambino non dimentica di dare il suo mantello da supereroe alla mamma che come un capitano di una nave trasporta le persone importanti da un porto all'altro.

Mia mamma guida una balena!
Chiara Lorenzoni, Pino Pace, Cecilia Botta
Lapis edizioni
2017
da 5 anni